1185_Dadamaino

In mostra a Milano DADAMAINO

Dal 31 maggio al 29 giugno, la Galleria del Gruppo Credito Valtellinese in Corso Magenta 59 (Milano) ospita un’importante retrospettiva che raccoglie le opere dal 1958 al 1998 di Edoarda Emilia Maino (1930-2004), ormai universalmente nota nella storia dell’arte contemporanea per il contributo, siglato con il nome d’arte di Dadamaino, che l’artista milanese diede negli anni ’50 all’avanguardia seriale dei Manzoni, dei Colombo e dei Castellani, sotto la comune ispirazione di Lucio Fontana.

Le serie dei Volumi e dei Volumi a moduli sfasati, con le quali Dadamaino prende parte alle maggiori mostre europee del tempo, la affermano come una figura primaria dell’arte nuova.

In seguito, l’artista aderisce a Nouvelle Tendance, con opere di più chiara ispirazione ottico-cinetica e neocostruttiva, cui seguirà una lunga stagione di fervida militanza politica.

Alla metà degli anni ’70 Dadamaino avvia la propria stagione di maggior maturità, con serie come Alfabeto della mentee I fatti della vita, che espone in una sala memorabile alla Biennale di Venezia del 1980. Nascono in questo periodo serie come Il movimento delle cose, che presenta alla Biennale di Venezia nel 1990, Passo dopo passo, Sein und Zeit, che la consacrano come una delle figure di maggior spessore poetico della ricerca contemporanea.

A proposito di quest’importante omaggio, ci piace ricordare che lo Studio di Restauro Furlotti – nell’ambito della propria attività di restauro di disegni – ha restaurato nel 2010 proprio uno dei lavori grafici più tipici della produzione degli anni ’90 di Dadamaino: si tratta appunto di un esemplare della serie “Il movimento delle cose”, opera su supporto acetato appartenente dalla Galleria Franco Soffiantino di Torino, la cui versione completa, in esposizione per la prima volta presso la Galleria del Gruppo Credito Valtellinese, si sviluppa su una lunghezza di trenta metri.

La mostra (ad ingresso libero) è aperta al pubblico dal martedì al sabato, dalle ore 15,30 alle 19,00.
L’iniziativa sarà inoltre celebrata da un ampio catalogo con testi introduttivi dei curatori e di Elena Pontiggia.

Posted on maggio 4, 2013 in Eventi

Condividi questo articolo

Back to Top