Quali sono le principali cause del degrado dei libri, e in generale della carta ?

L’acqua e l’umidità

  • Le cause. Il volume posto in ambiente ad elevata umidità relativa, come cantine, soffitte o magazzini chiusi.
  • Le conseguenze. Le macchie di umidità sul libro, si riconoscono dalle tracce simili a confini geografici, ad indicare fino a che punto l’acqua si è spinta per capillarità. Ogni materiale componente il libro, ha un certo contenuto d’acqua e, seccandosi, un cuoio non reagisce allo stesso modo di un cartone. Così il libro si deforma e la carta perde la sua collatura naturale e diventa feltrosa. L’umidità all’interno della carta favorisce molte altre cause di degrado come lo sviluppo di microrganismi
  • Le soluzioni. Un libro dovrebbe essere conservato in ambiente ad umidità relativa controllata, compresa tra il 50 e il 60% e una temperatura tra i 18 e i 25 °C. In caso di bagnamento procedere ad una asciugatura forzata con areazione e interfoliazione di carte-filtro

I microrganismi

  • Le cause. Le cause di infezione sono molteplici : per contatto con altri libri infetti o, molto semplicemente per spore presenti ovunque, trasportate dall’aria: se si creano le condizioni favorevoli (umidità e temperatura elevate) le spore fungine trovano un habitat di sviluppo, a volte rapidissimo
  • Le conseguenze. I funghi attaccano la carta radicandosi tra le sue fibre, sfaldandola in maniera importante e lasciando macchie di colori a volte intensi
  • Le soluzioni. Bisogna intervenire con una disinfestazione e rimettere l’opera in ambiente sano.

Gli insetti

  • Le cause.Gli insetti (tarli, lepismi o blatte), provenienti spesso dagli scaffali in legno, depongono le larve all’interno dei libri, dove trovano nutrimento sia nella cellulosa della carta, sia nelle colle d’amido o di origine animale.
  • Le conseguenze. In questo modo è possibile riscontrare gallerie, fori di sfarfallamento e un’erosione nelle parti strutturali del volume (cucitura, dorso, legatura) che appaiono frequentemente erose.
  • Le soluzioni Anche in questo caso, se l’attacco è importante, è necessario intervenire con una disinfestazione (con anossia o microonde). Per prevenire è necessaria una manutenzione frequente, con spolveratura, areazione e illuminazione dei locali in cui sono collocati i libri. Le condizioni ambientali (U.R. e temperatura) sono le stesse consigliate precedentemente.

L’uomo : incuria

  • Le cause. la cattiva manipolazione dei libri è una delle cause più frequenti del loro degrado :   la  tendenza ad afferrarli per la cuffia, a sforzarli in apertura, ad appoggiarli sui tagli, opera delle forze sulle legature antiche, che queste non possono sopportare, per mancanza di elasticità.
  • Le conseguenze. Le cuffie si lacerano, gli angoli si smussano e si indeboliscono, i morsi si tagliano, i cuoi si spelano.
  • Le soluzioni. Il restauro di un’opera in queste condizioni è spesso l’unica soluzione, ma sarebbe meglio arrivare ad un cambio di abitudini nella consultazione.

L’uomo : riparazioni sommarie

  • le cause. Alcuni proprietari di libri, pensando di preservare l’opera, procedono ad interventi di riparazione sommaria, spesso molto dannosa per l’opera stessa.
  • Le conseguenze. Si trova molto spesso l’applicazione di nastri adesivi a chiusura di lacerazioni e per tenere assieme legatura e corpo del volume, oppure l’uso di colle non reversibili come la vinilica: i nastri adesivi polimerizzano e provocano le note macchie giallo intenso e una migrazione dell’adesivo all’interno delle fibre della carta; le colle irreversibili rendono impossibile qualsiasi intervento di restauro.
  • Le soluzioni. Intervenire in questi casi è spesso difficoltoso, e non sempre possibile.

Posted on dicembre 4, 2014 in Approfondimenti

Condividi questo articolo

Back to Top